AMSTERDAM una valigia per 3 giorni

Amsterdam ci accoglie piovosa, nuvolosa e grigiosa. E forse va bene così, perchè sembra assurdo ma i colori della città si sposano benissimo con il tempo invernale.

La città è piccolina, tranquilla e raccolta intorno ai suoi bellissimi canali. Con un pò di organizzazione in tre giorni riuscirete a vederla tutta.

Prendetevi un caffè e una mappa e partite …

img_20170217_103451-01

TRASPORTI

MUOVERSI DALL’AEROPORTO è davvero molto semplice. Una volta atterrati scendete al piano di sotto e acquistate un biglietto per il treno che vi porterà nel giro di 20 minuti alla CENTRAL STATION dalla quale si snoda la metropolitana. Il costo è di circa 5.00 euro e potete acquistare il biglietto ai distributori automatici.

MUOVERSI IN CITTA’ è divertente con le biciclette, facile a piedi e comodo in metropolitana. Credo che, se come noi, siate il tipo di viaggiatori che gira tutta la città a piedi dal mattino alla sera non vi servirà la metropolitana. Nel caso in cui il vostro albergo fosse un pò fuori dal centro (il nostro era a 5 fermate di metro/15 minuti di viaggio) allora vi consiglio di fare l’abbonamento alla metro.

Una corsa in metro della durata di 1 ora costa 2.90 euro. Ci sono vari tipi di abbonamento: di un 24 – 48 – 72 ore, quest’ultimo costa 17.00 euro.

20170218_1002460

Un piccolo aiuto con una mappa super personalizzata …

20170314_115117-01

GIORNO 1 _ QUARTIERE A LUCI ROSSE E ZONA DEI CANALI

Non sperate di trovare un elenco dettagliato su cosa vedere in città nel più breve tempo possibile! Mi spiace ma non sono partita con questa idea. Per una volta volevo Vivere la città nel vero senso della parola. Perciò vi dirò subito che non mi sono congelata ad aspettare in coda per il museo della casa di Anna Frank e neanche mi sono fatta spintonare dai ragazzi in gita all’entrata del museo di Van Gogh, quello che ho fatto è stato passeggiare!

Dopo aver comprato una calda sciarpa in uno dei tanti mercati che troverete nel centro mettetevi all’opera e partite dalla Central Station e dirigetevi verso il centro città attraverso la via chiamata Damrak.

20170217_110428-01
Central Station

E se sei ad Amsterdam non vuoi andare a vedere il Red Lights Distric? Tante le tentazioni e se siete particolarmente ispirati potete entrare a dare un’occhiata all’EROTIC MUSEUM.

20170217_113445-01

Fate partire il vostro tour da li, dando il buongiorno a bellissime ragazze in costume in vetrina e facendo attenzione a non essere investiti dalle biciclette che sfrecciano sui ponti.

20170218_132338-01

Ah i ponti di Amsterdam, quale bellezza! Scattate centinaia di foto perchè ne vale davvero la pena. L’acqua, le case storte, il cielo grigio e perchè no, anche l’odore mattutino dei più coraggiosi nel coffeeshop, renderanno bellissima la giornata.

Camminate fino a Piazza Dam per ammirare il National Monument e il Palazzo Reale.

20170217_111510-01
Palazzo Reale in Piazza Dam

Amsterdam vanta ben 5 canali, perciò gambe in spalla e iniziate a perdervi tra le viuzze e i ponti. Ogni tanto però buttate un occhio alla mappa e cercate di arrivare al BLOEMENMARKT ovvero il mercato dei fiori galleggianti. Un tempio per gli appassionati di fiori.

20170217_123308-01
Mercato dei Fiori visto dal ponte

Pausa Pranzo a base pesce freschissimo al The Seefood Bar Amsterdam 

Ripartite con la pancia piena, e sicuramente un po’ assonnati, alla volta della Casa di Anna Frank. Purtroppo ci siamo fatti scoraggiare dall’interminabile ( e non è un modo di dire) fila per prendere i biglietti; perciò abbiamo deciso di optare per un po’ di sano vagabondaggio nel centro citta.

Non immaginerete mai quante stradine e piccole piazzette si possano trovare ad Amsterdam

Cammina e cammina sarete sicuramente arrivati all’ora del tramonto e qui non c’è nulla di più romantico che una bella CROCIERA sui canali.

20170217_115453

Andate al piccolo molo su via Damrak (zona Central station) e per circa 16 euro potrete visitare la città dall’acqua con una spiegazione in italiano attraverso le cuffie. Ve la consiglio.

20170217_160001

GIORNO 2 _ QUARTIERE THE JORDAAN e ZONA MUSEI

Il nostro secondo giorno coincide con la domenica pertanto dovete ricordarvi di:

  • NON svegliarvi troppo PRESTO . . . in fondo è sempre domenica e siete in vacanza!
  • NON svegliarvi troppo TARDI . . . anche qui come da noi le persone amano passeggiare per il centro città ed a una certa ora sarà impossibile muoversi.

Pertanto partite verso le 10.00 e, dopo aver preso la metro ed essere scesi alla Central Station, dirigetevi verso il quartiere Joordan.

Questo caratteristico quartiere, un tempo popolato dalla classe operaia, oggi è un luogo dove pub, gallerie d’arte e splendidi mercatini spuntano in ogni angolo.

Concedetevi un piccolo spuntino a base di succhi di frutta freschi o hot dog con crauti nel mercato di via Lindengrach e girovagate senza meta per tutto il quartiere perché è davvero bello.

Curiosità _ gli olandesi non usano le tende alle finestre! E’ una loro abitudine, probabilmente perché non hanno nulla da nascondere ma tutto da condividere perciò mentre passeggiate vi capiterà sicuramente di vedere delle classiche scene di vita quotidiana. La famiglia riunita a tavola, i bambini che fanno i compiti, le nonne che cucinano. Qui è tutto normale!

Pausa Pranzo a base di noodles dal sapore orientale da WOK TO WALK dove potrete scegliere la base del vostro piatto (noodle, udon e altra pasta a base di grano/riso/soia), gli ingredienti (carne, pesce, verdure) da aggiungere e infine le salse. Prezzo medio 10.00 euro a testa bevande incluse. C’è anche l’opzione take-away ma, dico io, date tregua ai vostri polpacci!

Sicuramente per digerire il tutto vi servirà un “buon” caffè americano da Starbucks in via Utrechtsestraat 9 – Rembrandtplein, guarda caso proprio vicino al Museo delle Borse.

Parcheggiate lì il vostro accompagnatore e, se come me siete delle accanite, appassionate, ossessive e spudorate fan delle borse in generale vi consiglio di farci un giretto. Mi sento di dire che mi sarei aspettata molto più ma sicuramente una passeggiatina tra le sale per vedere come si sono evolute le borse nei secoli non fa mai male. E poi . . . qui trovate la Kelly di Grace.

20170218_140005-01

Dal momento che siete in vena di attività culturali dirigetevi nella zona musei della città che coincide con la zona della famosa scritta iamsterdam. Se è domenica pomeriggio e se sono circa le 17.00 scordatevi di riuscire a fare una bella e solitaria foto della scritta. Sono troppe le persone che ci si arrampicano sopra, perciò il risultato (terribile) che otterrete sarà più o meno questo…

img_20170304_213639_329

Volgete lo sguardo invece verso il Van Gogh Museum e , se ne avrete voglia, potreste provare ad entrare. Se, come noi, siete (quasi) totalmente allergici alle code potete bervi una buona birra sulla via del ritorno presso il Pub Cafè Van Zuylen ma prima  fate una tappa all’Hard Rock cafè.

GIORNO 3 _ HEINEKEN EXPERIENCE E NIEUWMARKT

Il mattino ha l’oro in bocca, e se l’oro è il colore di una buona birra Heineken il mattino parte alla grande!

La visita alla sede storica della famosa birra è una tappa d’obbligo. Come potete immaginare le ore centrali dalle 12.00 alle 18.00 sono quelle più affollate perciò vi consiglio di organizzare la vostra gita verso le 10.30/11.00, entrerete in un secondo.

Il biglietto costa circa 17 euro ed incluso avrete, oltre alla visita e all’esperienza di essere “imbottigliati” come la bevanda, anche due birre bionde in omaggio.

Prendetevi la mattina per trascorrere un paio d’ore qui dentro, non ve ne pentirete affatto!

Dopo una breve pausa pranzo, lontano dal centro che ormai si era affollato a dismisura, ci siamo incamminati per vedere il famoso mulino – birrificio Brouwerij’t IJ.

20170219_175145-01
Birrificio Brouwerij

La zona “periferica” in cui si trova è uno splendore, come il resto della città d’altronde. E’ davvero un piacere arrivarci a piedi.

Se decidete di fare aperitivo lì armatevi di pazienza perchè trovere moltissime persone e menù scritti solo ed esclusivamente il olandese. Scegliete una birra a caso e, se siete dei degustatori, potete provare l’opzione “tagliere 6 birre” scegliendole (naturalmente) a caso.

Affrettatavi però perchè il mulino chiude alle ore 20.00

Per tornare verso la stazione centrale concedetevi nuovamente una bella passeggiate serale lungo i canali della zona Nieumarkt, sarà un bel modo per dire arrivederci alla città.

Amsterdam ti affascina con i suoi canali, le sue biciclette parcheggiate ovunque, i colori delle sue case.

Amsterdam è la città dalla faccia romantica che nasconde un lato sensuale e irriverente.

Amsterdam è da vedere!

20170218_182543-03

Annunci